Mai dire …rollino

Avrei potuto titolare “il rollino questo sconosciuto” ma ho preferito parafrasare un film della serie 007, perché forse meglio si addice all’episodio che voglio narrare. 😉 L’occasione è un viaggio molto breve a Torino per uno stage di Aikido. Sapendo di avere un po’ di tempo a disposizione per passeggiare nella splendida città, mi sono armato di macchina fotografica ed ho preso l’aereo da Roma Fiumicino per Torino Caselle. E fin qui niente di strano…

Continue reading “Mai dire …rollino”

Quattro gatti sul tatami (ma spesso due…)

Chi ha iniziato da poco ad insegnare Aikido come me, sa benissimo che spesso, molto più di quanto si sia disposti ad accettare, il nostro corso sarà molto poco “popolato”. Quando ho iniziato sognavo di allenare 3-4 persone. Il sogno è realizzato! Sono al terzo anno di corso ed ho avuto anche picchi di 10-15 persone sul tatami. Raro, ma è successo. Ed è del tutto normale. A volte ai giovani corsi capita di essere deserti per un bel po’.
Nel mio caso sono fortunato ad insegnare in una struttura che non si preoccupi dei numeri (=soldi) e non mi faccia il solito discorso: “caro mio, con la hyper pop aero dance ci metto 20 persone in quella sala, vedete un po’ che dovete fare voi tre in gonnella…”.
Quindi quando mi ritrovo ad insegnare ai famosi 4 gatti non mi sorprendo più di tanto, né me la prendo.

Continue reading “Quattro gatti sul tatami (ma spesso due…)”