Sospensioni del braccio

tonearm bearings playIl braccio è sospeso con dei giunti cardanici (“gimbal-pivot bearings”, in inglese). Prendendo tra le dita il braccio libero dal suo fermo, agendo con delicatezza non dovremmo percepire alcun “gioco” in corrispondenza del perno del braccio, dove i giunti gli consontono le rotazioni sul piano verticale ed orizzontale (immagine a destra, da rudi-zampa.at). Se non percepiamo gioco può anche significare che i giunti siano però troppo stretti: lo stilo viene trascinato dal solco del disco verso il centro del piatto ed è essenziale che i giunti del braccio non forniscano alcuna resistenza significativa a questo fenomeno. tonearm bearings 1

Per verificare che il braccio sia libero di ruotare sui due piani orizzontale e verticale, bisogna tenerlo fuori dal suo fermo ma non sul piatto, azzerare l’antiskating (vedi paragrafo successivo) e bilanciarlo agendo sul contrappeso (sempre paragrafo successivo) in modo che il braccio sia sospeso a mezz’aria, che non poggi sull’alzabraccio (col portatestina bene in alto rispetto al perno). Soffiando lievemente sulla testina sia in senso orizzontale che verticale (sul fianco della testina e sopra di essa, dall’alto) il braccio deve potersi muovere. Se non lo fa bisogna intervenire sui giunti cardanici, così come se ci fosse gioco.

tonearm bearings 2Sulla parte alta del perno del braccio c’è un coperchio circolare in plastica a protezione della vite per la regolazione del giunto cardanico che consente il movimento sul piano orizzontale (in alto a sinistra). La vite va stretta se abbiamo gioco delle sospensioni, allargata se il braccio non si muove soffiando in orizzontale. Attenzione, i giunti sono molto delicati e bisogna procedere con la massima cautela, con piccole regolazioni e senza forzare assolutamente la vite! Per regolare il movimento sul piano verticale bisogna agire su due viti laterali posizionate all’attacco del tubo del braccio in corrispondenza del perno (immagine a destra). Il principio è lo stesso: serrare o allargare delicatamente fino all’ottenimento del giusto grado di libertà (niente gioco e movimento libero in verticale soffiando sul porta testina dall’alto). Dopo queste regolazioni è necessario ristabilire antiskating e pressione della testina come di seguito.