I chitarristi che ho tentato di emulare

Ripeto: sono uno strimpellatore, non un musicista, ma me la cavo, diciamo così…
Questo è un elenco fotografico dei chitarristi che, tentando di emulare, mi hanno portato fino al punto in cui sono. Ma non mi fermo qui. Continuo a studiare ed esercitarmi (nel poco tempo concesso ad un padre di famiglia), quindi ho incluso anche i chitarristi che sto tentando di emulare e che tenterò di emulare, in ordine di approccio, più o meno…

E’ vero, il primo suonava nei Pooh. C’è da vergognarsi? Mah, molti non immaginano che i Pooh hanno scritto brani piuttosto interessanti negli anni 70, delle suite quasi “progressive” che pochi conoscono o neanche immaginano che i Pooh potessero aver creato. Di lui si dice che sia il migliore chitarrista italiano (non ho molti dubbi) e grazie al fatto di aver tentato di emularlo da ragazzo sono riuscito a farlo anche con alcuni dei successivi.

dodi-battaglia

Dodi Battaglia

bruce-springsteen

Bruce Springsteen

Una grande persona, il bravo ragazzo del new Jersey. Un ispiratore intenso, energia da vendere, pathos, emozione, un’autentica bomba. Non a caso lo chiamano The Boss. Non è noto come bravo chitarrista ma ha una capacità esptressiva e di coinvolgimento unici. Intenso come pochi.

Mark-Knopfler

Mark Knopfler

Tocco magistrale, gusto impeccabile nella scelta dei lick. I Dire Straits erano la Mark Knopfler Band, i lsuo eccellente gusto musicale ed una tecnica sopraffina hanno fatto tutto.

David-GilmourDavid Gilmour

Un mito della storia del Rock. Monumentale capacità di riuscire a dare emozioni incredibili con il tocco di una sola nota. Si dice che la sua tecnica non sia un gran che (e lo dice pure lui), ma in realtà ha un gusto musicale incredibile e con la sua tecnica “limitata” ha creato gli assoli più famosi della storia del Rock.

Elton John at Yamaha's 125th Anniversary Dealer Concert at Hyperion Theater on January 25, 2013 in Anaheim, California.

Steve Lukather

Tecnica mostruosa, forse il più grande di tutti da questo punto di vista. Grande session man, capace di spaziare dal rock, al jazz, al metal, ha un controllo totale dello strumento. Un chitarrista favoloso ed estremamente completo.

the-edge

The Edge

Anche lui viene a volte additato come un chitarrista con la tecnica limitata – in realtà ha una precisione pazzesca ed anche lui un gran gusto (provateci ad andare perfettamente al tempo col delay per minuti e minuti). E diciamola tutta: ha inventato un nuovo modo di suonare la chitarra. Jimmy Page lo ha definito un pittore…

Mike-McCready

Mike McCready

I Pearl Jam hanno segnato un lungo periodo della mia vita muscale. Il cantato di Eddie Vedder è la cosa migliore che esiste nel rock odierno. Mike McCready è capace di assoli vertiginosi disegnati sui riff indimenticambili di Stone Gossard. Il più grande gruppo Rock attivo oggi.

jimmy-page

Jimmy Page

Non ci sono parole. I Led Zeppelin hanno inventato il rock duro e questo abile session man ha inventato i Led Zeppelin. In realtà si tratta anche qui di blues, quello con l’impatto sonoro più esplosivo e violento della storia, che la storia ha fatto inventando un genere. Vengono tutti da qui…

jimi-hendrix

Jimi Hendrix

Grande rivoluzionario della chitarra. Oggi fanno tutti quelle cose ma le ha inventate lui. Nessuno prima di allora era stato capace di fare tanto, di rivoluzionare completamente l’uso di uno strumento. Intenso e coinvolgente. Grande maestro di tutti i chitarristi rock.

LONDON, ENGLAND - MAY 14: Eric Clapton performs at Royal Albert Hall on May 14, 2015 in London, United Kingdom (Photo by Neil Lupin/Redferns via Getty Images)

Eric Clapton

Quello che ha fatto Slowhand per il blues è incommensurabile. In Inghilterra negli anni 60 molti suonavano cover blues, gli appassionati erano di più nel Regno Unito che negli Stati Uniti. Clapton ha ripreso il Blues delle origini dai 3 Kings e lo ha reso attuale. Così che altri lo trasformassero in Rock.

stevey-ray-vaughan

Stevey Ray Vaughan

Erede di Jimi Hendrix e del vero Blues americano (Texano), aveva una intensità ed un talento eccezionali che gli permisero di riportare il Blues negli USA e di tenerlo vivo negli anni 80. Una grande perdita prematura…

warren-haynes

Warren Haynes

Grande cuore, grande voce, grande Blues. Il mio preferito tra i chitarristi attivi, ha creato i suoi Gov’t Mule come spinoff degli Allman Brothers Band degli anni 90. Oggi il Blues è suo, nessuno glie lo può toccare…

johnmayer-okc-19

John Mayer

Artista talentuoso con una tecnica che non teme rivali. Controllo totale dello strumento e gusto raffinato da spaziare dal Blues, al Jazz, al Pop.

joe-bonamassa

Joe Bonamassa

Tecnicamente monumentale, devoto seguace del Blues dei 3 Kings e di quello British dei vari Clapton, Page, Beck… oggi tiene viva una tradizione sfociando spesso nell’hard rock in modo emozionante e magistrale.

rorygallagher

Rory Gallagher

Uno dei migliori della storia, grande feeling e tecnica. Perso troppo presto anche lui.

garymoore

Gary Moore

Altro grande inteprete irlandese del Blues verace. Altra grande perdita prematura…

duaneallman

Duane Allman

I suoi Allman Brothers Band riportarono di diritto il Blues negli USA negli anni 60. Lick monumentali e tecnica incredibile che impressinarono anche Eric Clapton. Anche lui se ne è andato troppo presto e tanti si sono ispirati al suo talento…